Fandom

Resident Evil Wiki

Sheva Alomar

618pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Sheva Alomar
Sheva Alomar.jpg
Informazioni biografiche
Data di nascita:c.1986
Nazionalità:Africana-Americana
Occupazione:Agente della BSAA
Stato:Viva
Caratteristiche fisiche
Sesso:Donna
Altezza:165 cm
Peso:52 kg
Gruppo sanguigno:AB+
Apparizioni
Doppiatore:Karen Dyer
Attore:Karen Dyer
[Fonte] · [Modifica]

Sheva Alomar è un'agente della BSAA, un corpo militare creato sovvenzionato dalle industire fermaceutiche per contrastare e distruggere le armi biologiche.

Appare per la prima volta in Resident Evil 5 come partner di Chris Redfield.

Background Modifica

Sheva Alomar nasce in una povera cittadina industriale in Africa, sede dello stabilimento Umbrella 57 dell'Umbrella Corporation. Lo stato in cui Sheva nasce è martoriato, oltre che dalla povertà, anche da una feroce opposizione politica interna che si manifesta in numerosi guerriglieri antigovernativi che infestano i dintorni della città. I suoi genitori, come l'80% degli adulti della città, lavoravano proprio presso lo stabilimento Umbrella 57: la loro paga, benché non certo generosa, garantì comunque a Sheva un'infanzia felice.

Felicità che per Sheva si interruppe all'età di otto anni, quando la Umbrella decise di effettuare nello stabilimento 57 un collaudo di quel che in realtà la fabbrica produceva, ovvero armi biologiche. Gli operai dello stabilimento furono usati come cavie e perirono tutti, compresi i genitori di Sheva.

La bambina fu così raccolta da uno zio, il quale sperava di ottenere un risarcimento dalla Umbrella per il suo sostentamento. Il risarcimento non arrivò mai e lo zio, poverissimo e con otto figli propri a carico, non riuscì a garantire una nutrizione sufficiente a Sheva.

Sheva Alomar2.jpg

Sheva imbraccia un Ithaca M37

Martoriata dalla fame, la bambina scappò dalla casa dello zio, convinta di poter ritrovare i propri genitori. Fu invece raccolta da un guerrigliero antigovernativo, che gli spiegò cosa era veramente accaduto alla fabbrica e come la Umbrella, con l'assistenza del governo, avesse occultato la vicenda. Sheva aderì quindi alla causa dei guerriglieri antigovernativi, che le offrirono una casa e del cibo. Inizialmente le sue mansioni includevano semplicemente l'acquisto di viveri, la pulizia e la cucina, ma ben presto i guerriglieri le insegnarono a sparare: fu da loro che Sheva apprese l'uso delle armi. Sheva restò per sette anni con i guerriglieri, fino all'età di 15 anni.

In questo periodo, inviata in città a comprare dei viveri, fu avvicinata da uno straniero. Costui la informò di come i guerriglieri stessero prendendo accordi con la Umbrella, al fine di compiere un atto di terrorismo biologico su vasta scala per rovesciare il governo. L'uomo, che si rivelò un emissario del governo statunitense, disse di essere alla ricerca del funzionario dell'Umbrella che era stato spedito in Africa per prender contatto con i guerriglieri: se Sheva lo avesse aiutato a boicottare l'incontro e catturarlo, gli statunitensi non avrebbero fatto del male né a lei né ai suoi amici guerriglieri. Sheva, desiderosa di vendicarsi della Umbrella, accettò. L'operazione fu un gran successo: l'uomo della Umbrella venne catturato e il funzionario statunitense non solo rispettò i patti, ma riconobbe l'abilità di Sheva offrendole l'occasione di ricominciare da capo negli Stati Uniti.

Sheva accettò, e una volta negli Stati Uniti bruciò le tappe imparando l'inglese in meno di sei mesi e arrivando addirittura ad iscriversi all'università in meno di due anni. Una volta laureata, il suo mentore le propose di entrare a far parte dell'appena costituita BSAA: anche se l'Umbrella era stata eliminata molto tempo prima, in quella veste Sheva avrebbe potuto aiutare le altre persone come era stata aiutata lei. Sheva, ancora animata dal risentimento verso chiunque usasse la vita umana per esperimenti di bioterrorismo, accettò, entrando così a far parte della squadra capitanata da Josh Stone.

Resident Evil 5 Modifica

Shevatribal.jpg

Sheva nella veste tribale

In Resident Evil 5 viene scelta proprio per le sue origini africane come compagna di Chris Redfield nella sua missione in Africa sulle tracce del terrorista Ricardo Irving.

Ben presto scopre che l'intera popolazione locale è stata infettata, cosa che la sdegna profondamente e, mossa dalla volontà di aiutare la sua gente, la spinge ad appoggiare Chris nella decisione di andare avanti per scoprire le tracce della sua vecchia partner Jill Valentine, nonostante l'ordine di ritirata impartito dalla BSAA.

Nel frattempo progredendo con la spedizione Chris e Sheva scoprono che dietro a tutto ciò vi è l'azienda farmaceutica Tricell, fra i finanziatori della stessa BSAA. Trovato finalmente Irving, che per affrontarli si inietta il virus e si trasforma in un orribile mostro marino, i due lo sconfiggono: è lo stesso terrorista, in punto di morte, ad ammettere di aver ricevuto ordini da Excella Gionne, capo della Tricell in Africa.

Grazie alle indicazioni di Irving, i due scoprono il gigantesco laboratorio segreto della Tricell e scoprono che dietro ad Excella Gionne c'è Albert Wesker, vecchio nemico di Chris. È la stessa Excella, inoltre, ad ammettere di aver fatto emanare dalla BSAA l'ordine di ritirata.

Armi Modifica

Sheva possiede un coltello da combattimento, armi da fuoco e un arco.

È eccellente nel combattimento all'arma bianca, armi da fuoco e corpo a corpo. Agilità notevole.

Gallery Modifica

Inoltre su Fandom

Wiki a caso