Fandom

Resident Evil Wiki

Resident Evil 2

618pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Resident Evil 2
Resident Evil 2.jpg

Sviluppo:Capcom
Distributore:Capcom
Ideatore:Shinji Mikami

Hideki Kamiya

Pubblicazione:1998
Tema:Survival horror
Piattaforme:PlayStation, Game.com, Microsoft Windows, Nintendo 64, Dreamcast, GameCube, PlayStation 3
Periferiche:Gamepad, tastiera, mouse

"Hei, adesso tocca a noi inchiodare la Umbrella!"  -Leon Scott Kennedy- 

Resident Evil 2 è un videogioco del genere survival horror. E' il secondo della serie Resident Evil, pubblicato nel gennaio del 1998 dalla casa produttrice giapponese Capcom e distribuito in Europa dalla Virgin Interactive per la console ony Playstation, e nel corso degli anni convertito per una enorme quantità dipiattaforme.

La trama del film Resident Evil: Apocalypse prende ispirazione da molti elementi di questo gioco.

TramaModifica

Il gioco è ambientato due mesi dopo gli eventi del primo Resident Evil, nella cittadina di Raccoon City, nel Midwest americano, di cui quasi tutti gli abitanti sono stati trasformati in Zombi da un'epidemia del Virus-T, un nuovo tipo di arma biologica creata segretamenre dalla Umbrella Corporation. I due protagonisti del gioco sono Leon S. Kennedy, un poliziotto recluta al suo primo giorno di lavoro presso la polizia locale, e Claire Redfield, una studentessa del college in cerca di suo fratello Chris.

La Stazione di PoliziaModifica

Appena arrivati in città, Leon e Claire raggiunsero la Stazione di Polizia, in cerca di protezione contro gli infetti in strada. Qua, scoprirono che la maggior parte dei poliziotti era stata uccisa e che Chris aveva lasciato la città per investigare sulla sede principale della Umbrella, in Europa. Senza alcun motivo per restare, i due protagonisti si separarono per cercare eventuali sopravvissuti e poi lasciare la città. Mentre cercava una via di fuga, Claire trovò una piccola ragazza, Sherry Birkin, in fuga da una misteriosa creatura, mentre Leon abbattè il T-00, un energumeno in impermeabile nero, ed incontrò Ada Wong, che gli disse di essere in cerca del fidanzato John, ricercatore della Umbrella. Successivamente Claire scoprì che il capo della polizia Brian Irons era pagato dalla Umbrella per insabbiare le prove degli esperimenti della compagnia in città e che era a conoscenza dello sviluppo di una nuova arma biologica: il Virus G, in grado di trasformare un essere umano in una mortale B.O.W.. Leon intanto, assieme ad Ada, conobbe Ben Bertolucci, giornalista rinchiusosi in una cella per sfuggire agli infetti, che gli disse che l'unica via di fuga ormai erano le fogne. Andatosene, Ben venne infettato ed ucciso dal mutato William Birkin. Quando la ragazza lo ebbe scovato nel suo nascondiglio, Irons tentò di eliminare Claire, ma venne ucciso da un embrione impiantatogli da Birkin, che gli squarciò il petto. Dopo aver ucciso la creatura, cresciuta a velocità impressionante, Claire contattò Leon, dicendogli di aver trovato una via di fuga, ed assieme a Sherry, si addentrò nelle fogne.

Le fogneModifica

Leon ed ada furono costretti a separarsi per recuperare una chiave e quando il poliziotto ebbe trovato l'ultimo fusibile potè entrare nelle fogne da un ingresso alternativo, ma non prima di aver affrontato William Birkin nella sua prima forma. Appena entrate nelle fogne, Claire e Sherry incapparono nel deforme William Birkin e durante la fuga Sherry venne attirata dall'acqua in un condotto, separandosi dalla ragazza. Dopo essersi separata da Leon, Ada trovò il medaglione che Sherry aveva perso fuggendo poco prima, e, reincontrato il poliziotto si riunì con riluttanza a lui quando insisté per proteggerla. I due incontrarono una donna di mezza età che sparò contro Ada, ma Leon prese il proiettile per lei e la ragazza partì all'inseguimento. La donna si rivela essere Annette Birkin, madre di Sherry e moglie di William Birkin, creatore del Virus-G e sua prima vittima. La donna riconobbe il medaglione al collo di Ada e tentando di riprenderlo, cadde dalla passerella su cui le due si trovavano. Recuperandolo da terra dopo che fu caduto nel combattimento con Annette, Ada scoprì che il medaglione conteneva un campione del virus e tornò ad aiutare Leon, curando la sua spalla colpita dal proiettile. Intanto Claire, attraversando le fogne, ritrovò Sherry in una sorta di zona di discarica e scoprì che Birkin la aveva infettata con uno dei suoi embrioni.

I Laboratori SegretiModifica

Leon, Ada, Claire e Sherry raggiunsero ed attraversarono in istanti diversi una struttura industriale abbandonata collegata ai laboratori segreti della Umbrella. Mentre i primi duescendevano con una piattaforma, BIrkin attaccò e ferì gravemente Ada, costringendo Leon ad affrontarlo in una nuova ed orribile forma mutata. Il poliziotto riuscì a sconfiggere la creatura e, raggiunto il capolinea con la piattaforma, disse ad Ada di aspettare che tornasse con qualcosa per curarla, avviandosi verso i laboratori. Pochi minuti dopo, Claire discese anche lei assieme all'infetta Sherry e la lasciò in una stanza a riposare mentre cercava una cura nei laboratori. Leon incontrò ancora Annette, che gli spiegò che la relazione di Ada con John non era altro che un mezzo per accedere alle informazioni riservate della Umbrella e che la donna era una spia mandata da un-organizzazione sconosciuta a rubare il Virus-G. Quando Annete stava per sparare a Leon, il Tyrant fece nuovamente comparsa, facendola fuggire. Poco dopo, l'energumeno attaccò nuovamente ed Ada, venuta in soccorso di Leon, fu scagliata contro un computer dalla creatura appena primadi cadere in una polla di lava incandescente. Ada, ferita gravemente, confessò a Leon il suo amore per lui e poco dopo morì tra le sue braccia. Intanto Annette, capendo di doversene andare, recuperò un altro campione di Virus-G, ma mentre fuggiva venne ferita mortalmente dal marito, mutato ancora, e fece appena in tempo a spiegare a Claire come sintetizzare un vaccino contro il virus, prima di morire.

La FugaModifica

L'allarme di autodistruzione cominciò a suonare nella struttura e Claire, dopo aver sintetizzato il vaccino, chiese a Leon di passare a prendere Sherry e portarla sul treno per la fuga. La ragazza fu costretta ad affrontare Birkin, mutato in una creatura canide, mentre Leon, preparando il treno, affrontò e sconfisse il T-00, nella sua forma finale, aiutato da un lanciarazzi scagliato da una misteriosa donna, presumibilmente Ada. Dopo essersi riuniti, i due attivarono il treno e fuggirono, curando Sherry, ma Birkin tornò all'attacco, trasformato in una massa informe, attivando l'autodistruzione del veicolo che aveva rilevato il virua in lui. Leon riusci a sconfiggerlo ed i tre scesero dal treno, uscendo dal tunnel appena prima che esplodesse, eliminando ogni traccia di Birkin.

Successivamente alla fuga, Claire proseguì la ricerca del fratello, Leon venne assunto come agente speciale dal governo, mentre Sherry venne presa in custodia dal governo.

Modalità di giocoModifica

Resident Evil 2 ha modelli grafici migliorati rispetto all'episodio precedente. Per ogni personaggio esistono 2 scenari, quello A e quello B. Gli scenari B si sbloccano finendo gli scenari A secondo questo schema:

  • Claire A -> Leon B
  • Leon A -> Claire B

PersonaggiModifica

Claire Redfield

Sorella del già noto Chris Redfield, protagonista del primo episodio, arriva in città a bordo della sua moto per rivedere il fratello del quale non ha più notizie da alcuni mesi, di fronte all'orrore che le si presenterà dimostrerà una forza inaspettata non inferiore a quella del fratello.

Leon Scott Kennedy

Giovane poliziotto appena uscito dall'accademia e assegnato al R.P.D., nell'ambito di una serie di rinforzi per la locale forza di polizia a seguito di una serie di disordini di recente verificatisi. Molto idealista, è pronto a rischiare tutto per salvare ogni superstite della tragedia, i suoi ideali si scontreranno con l'orrore cui sarà testimone e lascerà l'attività di poliziotto per entrare in un corpo speciale d'èlite come è possibile dedurre dall'introduzione di Resident Evil 4.

Ada Wong

Una misteriosa ed affascinante donna asiatica, ufficialmente a Raccoon City per avere notizie del fidanzato ricercatore nello stabilimento Umbrella di nome John, ma oltre a questo motivo, si trova a Raccoon City per recuperare sotto ordine di Albert Wesker un campione di G-virus. Si pensa dal finale che fosse morta, ma verso la fine del gioco fornisce il lanciarazzi per uccidere definitivamente il T-103.

Sherry Birkin

Una ragazzina di 12 anni estremamente testarda. Incontra Claire e insieme a lei fugge da quell'incubo. Sherry è la figlia di Annette e William Birkin, ricercatori della Umbrella, troppo occupati dal loro lavoro per prendersene cura. Sherry non è consapevole che nel suo ciondolo che porta al collo è contenuta una provetta di G-virus. Alla fine dopo essere sopravvissuta a Raccoon City, viene presa da Albert Wesker che vede in lei un grande potenziale (Wesker Report 1), ma non si hanno più avuto notizie.

William Birkin

Lavora per la Umbrella Corporation ed è un grande amico di Albert Wesker, è lui che dà a Wesker il virus per "resuscitarlo" dopo essere stato colpito in pieno stomaco dagli artigli del T-002 e di conseguenza creduto morto, finché non lo si rivede in Resident Evil Code: Veronica. Creatore del G-virus e deciso ad ogni costo a non consegnare alla Umbrella i suoi frutti di anni eanni di esperimenti. Durante gli avvenimenti tra il primo e il secondo capitolo di Resident Evil ha collaborato con Brian Irons, per fare in modo che nessuno credesse alla storia dei membri sopravvissuti della S.T.A.R.S.. Durante un'incursione da parte di un commando segreto mandato dalla stessa Umbrella per sottrargli la sua nuova creazione, William fa cadare mentre indietreggia un oggetto e gli agenti insospettiti gli sparano, lasciandolo a fin di vita. William se non poteva avere per sé il suo G-virus, non doveva essere di nessuno, così si inietta direttamente in G-virus che lo trasforma in un mostro. William mutato insegue la squadra che gli ha portato via la valigetta e li uccide tutti (tranne Hunk che risce a sopravvivere) e schiaccia sotto i piedi le provette di G e virus T, che i ratti ingeriscono, diffondendo il virus per Raccoon City.

Annette Birkin

Annette è la moglie dello scienziato william birkin, madre di Sherry. Nel corso della storia, Annette pur sapendo la gravità della situazione e le conseguenze del virus T, farà di tutto per proteggere suo marito william e l'immagine di esso, anche dopo il suo mutamento in un mostro, ma prima di ogni altra cosa Annette avrà a che fare con i nostri eroi in molti punti della trama proprio per sua figlia Sherry, la cosa piu importante che abbia. Anche Annette si mostra un personaggio chiave nella trama del capolavoro della Capcom.

Marvin Branagh

Un poliziotto del dipartimento di polizia di Raccoon City che si occupa della sezione degli archivi. Agente con un grande cuore, pensa prima agli altri, infatti quando Claire lo trova ferito, non chiede di essere soccorso, ma gli ordina di soccorrere prima i superstiti rimasti nelle altre stanze. Ormai ferito gravemente dagli zombie, si muta in breve tempo anche lui in uno zombie e Claire sarà costretta a ucciderlo, uccidendo così l'ultimo agente del R.P.D. che aveva difeso per tutto quel tempo la stazione.

Brian Irons

Capo della polizia di Raccoon City. Collaboratore di William Birkin, fa di tutto per non far credere a nessuno la storia degli agenti S.T.A.R.S. sopravvissuti (Jill Valentine, Chris Redfield, Barry Burton, Rebecca Chambers e Brad Vickers) e una volta iniziato il contagio, ha perso la ragione e ha iniziato a uccidere e mettere in difficoltà durante le operazioni tutti i poliziotti. Tutti i passaggi e le stanze segrete le sapeva solo lui, infatti aveva chiesto lui tutto questo durante i lavori di ricostruzione. Secondo i risultati di un rapporto di indagine su un fax destinato a Chris, si presumeva che nei cinque anni precedenti agli avvenimenti del gioco avesse ricevuto grosse tangenti dalla Umbrella. Era anche coinvolto nella copertura di casi in cui la stessa azienda era direttamente implicata, compresa la copertura dell'incidente del palazzo su cui stava indagando la S.T.A.R.S.. Durante gli anni universitari venne arrestato per due volte per sospetta violenza sessuale, ma venne rilasciato per mancanza di prove in seguito a perizia psichiatrica, data anche la sua importante posizione accademica.

HUNK

HUN è un'agente segreto della Umbrella Corporation, anche noto dai pochi che lo conoscono come "L'agente Morte", fa la sua prima apparizione nel gioco nella trama principale in un racconto fatto da Annette nel suo primo incontro con ada wong nell'impianto fognario sotto le periferie di Raccon city. Esso era in missione per sottrarre allo scienziato William Birkin la sua nuova e distruttiva ultima invenzione, il G-virus (versione potenziata del precedente virus T), nella missione Hunk e gli altri uomini della squadra speciale inviata dall'umbrella vengono assaliti da una creatura mostruosa e gigantesca che si aggira nella fogne (trattasi della mutazione dallo scienziato William avvenuta dopo l'infezione del virus innietto da lui su se stesso), la trama vede la scomparsa di tutti gli uomini della squadra speciale salvo l'agente Hunk,lo ritroveremo infatti nel sottogioco Il quarto sopravissuto, il quale dovra affrontare una miriade di nemici ed aprirsi la strada raggiungendo il luogo di estrazione in elicottero sul tetto della centrale di polizia, portando con se un campione del G-virus, e dando alla trama del gioco una svolta importantissima e del tutto vitale per il continuo della serie. Si ritroverà anche in resident evil 4 nella modalità : mercenaries.

Battle modModifica

Il titolo della Battle mode sbloccabile è "Il quarto sopravvissuto", intrapreso da due personaggi, Hunk e Tofu. In questa battle mode possiamo vedere come Hunk riesce a recuperare il campione di G-virus, per scappare poi con un elicottero. Se si usa invece Tufu,impersonerete un pezzo di formaggio resistentissimo ma armato solo di coltellino.

B.O.W. presenti nel giocoModifica

  • Zombi; umani infettati dal Virus-T, sono i nemici base del gioco.
  • Licker; zombi evoluti, sono molto forti e difficili da abbattere, ma sono ciechi e ciò permette di attaccarli a sorpresa.
  • Zombi-G; umani infettati direttamente da piccole dosi di Virus-G.
  • Cane Zombi; cani infettati dal Virus-T.
  • Web Spinner; tarantole infette, il virus ha accresciuto le loro dimensioni ed il potere del loro veleno.
  • Falena Gigante; falene infette di dimensioni abnormi.
  • Corvo; corvi infetti, estremamente aggressivi.

  • Pianta 43; B.O.W. sperimentali consistenti in piante umanoidi che sputano una sostanza venefica.
  • Alligatore; gigantesco alligatore infetto.
  • William Birkin; scienziato autoinfettatosi per scampare alla morte. È in costante mutazione, in cerca della figlia.
  • Tyrant T-103; rinominato T-00, mandato dalla Umbrella al recupero del Virus-G.

SviluppoModifica

Dopo il successo a sorpresa dell'originale Resident Evil, la Capcom cominciò immediatamente lo sviluppo del seguito. Fu realizzata una versione provvisoria del gioco, denominata Biohazard 1.5, prima di quella definitiva:


  • Resident Evil 1.5

Quest'altra versione di Resident Evil 2 fu presentata al Tokyo Game Show del 1996, pochi mesi dopo l'uscita dell'originale.


Al contrario del primo gioco, si sarebbe dovuto svolgere in un'ambientazione più urbana, come quella di una stazione di polizia americanasenza fonte. I personaggi principali sarebbero dovuti essere Leon Scott Kennedy, un ufficiale di polizia, e Elza Walker, una studentessa, nonché accanita motociclista. Gli altri personaggi sarebbero stati la famiglia Birkin al completo (esattamente come tutti la conoscono), Ada Wong (nei panni di una ricercatrice dell'Umbrella), Robert Kendo (personaggio di supporto di Elza Walker), Brian Irons (non cattivo come in RE2, ma buono) e Marvin (che sarebbe dovuto scappare insieme ad Ada e Leon).


L'uscita di Resident Evil 2 fu prevista inizialmente per il mese di marzo del 1997 ma, all'avvicinarsi della data di presentazione, il direttore Shinji Mikami e lo staff di produzione erano insoddisfatti della direzione che il gioco stava prendendo. Piuttosto che lanciare un gioco del quale non era convinta, la Capcom si prese il rischio di annullare questa quasi-completata versione di Resident Evil 2 e cominciare il progetto ex-novosenza fonte. Hideki Kamiya assunse la direzione per Resident Evil 2, mentre Shinji Mikami cambiò la sua posizione diventando il produttore del gioco.


Yoshiki Okamoto assunse lo scrittore Noboru Sugimura come consulente per la storia. Sugimura formò la Flagship con Okamoto e ha scritto la storia di quasi tutti i Resident Evil fino all'uscita di Resident Evil 4. Molti cambiamenti furono fatti allo scenario, la modifica più nota fu fatta alla protagonista femminile (radicalmente cambiata): diventò Claire Redfield, la sorella dell'eroe maschile del primo gioco. La sua introduzione nella storia è più sensata di quella di Elza Walker - l'obiettivo principale di Claire era quello di trovare suo fratello Chris (il quale era stato visto per l'ultima volta nel precedente gioco). Claire mantenne comunque molta delle personalità di Elza essendo una studentessa in un college e una motociclista.


Poiché l'uscita di Resident Evil 2 fu ritardata di quasi un anno, Capcom pubblicò una versione aggiornata del Resident Evil originale, intitolata Resident Evil: Director's Cut, che conteneva una demo di Resident Evil 2.


Resident Evil 2 fu infine pubblicato a gennaio del 1998 in Nord America e in Giappone ed ebbe in generale recensioni positive dalla stampa. Fino a maggio del 2006, la versione PlayStation rimane il gioco più venduto nell'intera serie di Resident Evil con un totale di 5,82 milioni di copie.[1]


Il rilascio in Giappone fu accompagnato da una costosa campagna pubblicitaria in TV (con il costo di $ 1,5 milioni, superiore persino al prezzo dello sviluppo del gioco) diretta dal regista George A. Romero. I protagonisti Leon e Claire furono interpretati rispettivamente da Brad Renfro e Adrienne Frantz. Per colpa dell'agente di Renfro la campagna publicitaria non fu mai esportata negli altri stati. Questa è stata l'unica volta in cui la Capcom ha permesso a una società di marketing di occuparsi di un suo gioco.


Il gioco uscì in Italia con una precisa e lapidaria dicitura stampata sul retro della confezione "SCONSIGLIATO AI MINORI E ALLE PERSONE IMPRESSIONABILI". Una sentenza del tribunale di Roma del 1999 ne disponeva l'immediato sequestro di tutte le copie dal territorio nazionale per i danni che poteva provocare in particolare nei giocatori più giovani. Si accese un lungo dibattito, psicologi e pedagoghi furono chiamati ad esprimere i loro giudizi a riguardo, fino a quando, l'appello presentato, non diede ragione alla casa distributrice e riammise il gioco sugli scaffali dei negozi.

Versioni alternativeModifica

Così come il primo Resident Evil, Resident Evil 2 è stato distribuito diverse volte su diverse piattaforme di gioco. Ogni distribuzione contiene nuovi elementi assenti nelle precedenti versioni.

La versione PlayStation originale del gioco contiene sanguinose "finishing moves" ogni volta che il personaggio viene ucciso da un mostro; una volta finita l'energia, parte la scena della morte. Queste scene apparentemente non ci sono nella altre versioni del gioco; una volta che il personaggio è morto, appare direttamento la scritta Game Over. Le scene comprendono la gola del personaggio strappata via da uno zombie o un cane; Mr. X che schiaccia la testa del personaggio sotto uno stivale; Licker che impala il personaggio nel torso con la sua lingua; Ivies che morde la testa del personaggio; e la forma finale di Mr. X che infilza il personaggio con i suoi artigli.

Differenze regionaliModifica

In Giappone, dove Resident Evil 2 si chiama Biohazard 2, il gioco uscì una settimana dopo rispetto al Nord America. Il gioco fu reso più semplice per il mercato giapponese, con variazioni nell'equipaggiamento e nella posizione dei nemici, un potere di fuoco maggiore ed il puntamento automatico attivato di default.

In più, le scene di game over sono meno violente nella versione giapponese, in quanto gli zombie e le altre creature non divorano il personaggio del giocatore, come fanno nella versione nord-americana e in quella PAL.

Resident Evil 2: Dual Shock VersionModifica

Uscita mesi dopo la versione originale per PlayStation, la nuova versione di Resident Evil 2 supporta le funzioni analogiche e di vibrazione del controller Dual Shock. In aggiunta agli originali livelli di difficoltà e modalità di gioco, la versione Dual Shock gode di un Arrange Game che contiene le seguenti modalità di gioco.

  • Rookie Mode - Un livello di difficoltà più basso rispetto all'Easy Mode della versione originale, nella quale il giocatore inizia il gioco con una mitraglietta giù nell'equipaggiamento, e un gatling gun e un lanciamissili (tutte con munizioni illimitate).


  • Extreme Battle - Un minigioco che viene sbloccato dopo il completamento di ogni scenario al livello di difficoltà Normale. Contiene tre livelli di difficoltà e quattro personaggio utilizzabili (due sbloccabili). Per maggiori informazioni, visitare la sotto sezione dedicata al minigame.

In aggiunta all'arrange mode, c'è anche qualche sottile differenza apportata al gioco principale. È stato aggiunto un codice che permette al giocatore di utilizzare munizioni infinite per tutte le sue armi e adesso il gioco visualizza il tempo rimasto per terminare il livello nei minigiochi The 4th Survivor (e Tofu Survivor) proprio come nello scenario regolare (un timer è visualizzato in cima allo schermo e mostra il tempo trascorso).

La versione Giapponese conteneva inoltre una modalità USA version basata sul livello di difficoltà Normal nella versione Nord-America ed Europea.

Versione PCModifica

Titolato Resident Evil 2: Platinum nella versione nord americana, la versione per computer del gioco, rilasciata nel 1999, è basata sulla versione Dual Shock e ne contiene tutte le novità, esclusa la funzione analogica e di vibrazione. Inoltre, è presente una Gallery Mode, con molte illustrazioni sbloccabili. Visto che la Dual Shock ver. non è stata pubblicata nel formato PAL, questa versione marchia il debutto degli Extreme Battle in questi territori. Una modalità Hard Mode è disponibile dopo aver completato il gioco una volta in entrambi gli scenari.

Versione Nintendo 64Modifica

Adattata dagli Angel Studios e rilasciata nel 1999, la versione per Nintendo 64 era stata prodotta essenzialmente come precursore della versione non rilasciata per N64 di Resident Evil 0. La versione per N64 è basata sulla versione originale di Resident Evil 2 e perciò non contiene la modalità Extreme Battle. Tuttavia, contiene già il sistema force feedback grazie al Rumble Pak del N64, una modalità grafica ad alta risoluzione con l'Expansion Pak per N64, suono surround completo grazie ai driver audio Factor 5's MusyX (precedentemente conosciuto come MOsys FX), e varie aggiunte esclusive introvabili in qualsiasi altra versione successiva (compresa la versione per Nintendo GameCube):

  • Controlli in Prima Persona - In aggiunta agli originali controlli "tank"-like controls, la versione per N64 contiene i controlli in Prima Persona che permettono al giocatore di muovere i loro personaggi verso la direzione che stanno selezionando sul controller, piuttosto che girare i personaggi a sinistra o a destre e premere avanti. Questa è l'unica versione del gioco Resident Evil 2 con una tale caratteristica.
  • Violence Control (Controllo Violenza) - Una opzione per modificare il colore del sangue (tra rosso, blu o verde) e abbassare l'impatto della violenza è stata aggiunta nel menù Opzioni.
  • Item Randomizer (Randomizzatore Oggetti) - Una opzione disponibile all'inizio di un nuovo gioco che cambia le locazioni di munizioni e oggetti di supporto/curativi.
  • EX Files - I files "Extra" o i documenti non inclusi in versioni precedenti che servono a collegare la storia del gioco con i giochi precedenti e forniscono consigli per eventi futuri. Alcuni di questi EX Files sono notevolmente recuperati da Resident Evil 3 (come il Diario di Dario), mentre altri hanno menzionato persone ed eventi che non sarebbero riapparsi fino al debutto di RE0, come Billy Coen.
  • New Outfits (Nuove Attrezzature)- Nuove attrezzature sono disponibili per Leon e Claire esclusivamente nella versione per N64, rimpiazzanti quelle della versione originale. Poiché il Nintendo 64 utilizza cartucce elettroniche anziché dischi ottici, si è dovuto utilizzare molte tecniche di compressione per far entrare tutte le voci e le sequenze FMV del gioco in una cartuccia da 64MB (512-Mbit) (per altri dettagli vedere l'edizione settembre 2000 di Game Developer magazine). A causa di questo, c'è un notevole calo nella qualità delle scene e nei dialoghi in confronto alla versione originale per PlayStation e certe scene FMV "ripetute" sono state persino rimosse, causando imperfezioni come ad esempio Leon e Claire che scendono dalla parte sbagliata della macchina della polizia nel secondo Scenario e Ada che parla ad Annette con la voce di Claire.

Versione DreamcastModifica

È stato pubblicato anche l'adattamento per Sega Dreamcast di Resident Evil 2, basato sulla versione PC. Di per sè, le modalità Gallery e Extreme Battle furono rinviate per questa pubblicazione. La versione giapponese (intitolata Biohazard 2: Value Plus) fu pubblicata insieme ad un disco demo chiamato Biohazard Code: Veronica, al cui interno vi era aggiunto un Sound Museum, contenente diversi brani tratti dalla colonna sonora del precedente Biohazard. La versione nordamericana uscì dopo la pubblicazione di Code: Veronica e quindi non aveva un disco demo simile. Ugualmente, la versione PAL non aveva nessuna demo, nonostante il fatto che fosse uscita prima della versione PAL di Code: Veronica.

La versione Dreamcast è l'unica che permette al giocatore di controllare la propria energia al di fuori dello status screen. L'energia del giocatore viene mostrata sullo schermo VMU (ammesso che questo sia collegato).

Versione GameCubeModifica

Adattamento diretto della versione originale PlayStation basata sulla versione Dual Shock, la versione GameCube mancava di tutti i contenuti aggiuntivi delle versioni Nintendo 64 e Dreamcast. Tuttavia, la grafica del gioco era stata leggermente migliorata, con le sequenze FMV che ora vanno a 60 fps (confrontate con i rilasci precedenti, che funzionavano a soli 15 FPS) ma con tecniche di compressione pesanti benché migliori nella qualità rispetto a quelle del N64. Le cutscenes e i dialoghi adesso possono essere direttamente saltati (come in Resident Evil 3). In aggiunta a questo, una nuova modalità di gioco, denominata "Arrange mode", è stata creata. Segue il corso del gioco normale con gli stessi personaggi ma anziché avere bisogno di trovare armi, munizioni etc., il giocatore ottiene il lancia missili, il mitragliatore rotativo e la mitraglietta con munizioni infinite.

Versione Game.comModifica

Al contrario delle altre versioni di Resident Evil 2, la versione Game.com non è un adattamento della versione Playstation. È invece un gioco completamente differente costruito specificatamente per l'uso con Game.com e le sue caratteristiche tecniche, significatamente minori di quelle di una Playstation, come ad esempio il touch screen.

Questa versione è fortemente ridotta dalle capacità di Game.com, e molti fan (che non erano a conoscenza della sua esistenza) sono rimasti sorpresi dal fatto che Capcom abbia pubblicato un gioco dalla qualità così pessima. I controlli sono limitati, la durata è ridicolmente breve, e non ci sono dei bonus dopo aver completato il gioco.

RomanzoModifica

Nel 1999 è stato scritto un romanzo su questo gioco intitolato Resident Evil: City of the Dead dall'autrice S. D. Perry, ed è il suo terzo libro nella sua serie di romanzi di Resident Evil. La trama è basata sullo scenario di Leon A/Claire B, con Leon che combatte contro Birkin mutato per la maggior parte della storia, mentre Claire combatte il T-103. Il libro tralascia molte delle soluzioni dei puzzle del gioco e si focalizza di più sulle interazioni tra i personaggi. Nel libro ci sono anche delle scene aggiuntive che coinvolgono personaggi di supporto come Ada Wong, Annette Birkin e Brian Irons.

Il libro è stato scritto prima della pubblicazione di Resident Evil 3 e molte delle informazioni nel romanzo sono state contraddette. È questo il motivo per cui i fans considerano il libro "non seguente i canoni".

FumettoModifica

Resident Evil 2 fu adattato come fumetto a Hong Kong usando un stile tipicamente Manhua e occasionalmente "arti marziali con pistole". I primi 30 episodi sono ambientati a Raccoon City. Il fumetto include molti personaggi originali e alcuni personaggi ufficiali Capcom abbandonati dai loro progetti.

CuriositàModifica

  • Ci sono continui riferimenti ai Queen in questo episodio, ad esempio la scritta "Made in Heaven" sul rovescio del vestito di Claire.
  • La giacca marrone di Chris, suo costume alternativo in Resident Evil, è appesa accanto alla sua scrivania nell'ufficio della S.T.A.R.S.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso