Fandom

Resident Evil Wiki

Incidente di Raccoon City

618pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

L'incidente di Raccoon City è un catastrofico disastro virale avvenuto tra il Maggio e l'Ottobre 1998, che si concluse con la distruzione di Raccoon City in un'operazione missilistica chiamata "XX". Non ci fu una singola causa che portò allo scoppio dell'epidemia di Virus-T e il disastro fu causato da una serie di eventi minori concatenati.

StoriaModifica

Premessa: L'incidente di Villa ArklayModifica

Nel Maggio 1998, James Marcus, ex scienziato della Umbrella, riportato in vita dalla Queen Leech, si vendicò del proprio omicidio rilasciando il Virus-T nei laboratori segreti di Villa Arklay. Entro il mese successivo, l'intero staff nella magione venne trasformato in zombie, tranne per pochi uccisi durante la fuga dalle guardie o dalle B.O.W ormai libere e senza controllo. Le creature cominciarono ad attaccare ed uccidere ferocemente gli escursionisti sui Monti Arklay e quando la situazione divenne drastica, un'indagine della S.T.A.R.S. venne autorizzata in Luglio dello stesso anno. Le indagini causarono la morte di quasi l'intero dipartimento della  S.T.A.R.S. e portarono alla conclusione che dietro agli omicidi avvenuti nei mesi addietro ci fossero le sperimentazioni segrete ed illegali della Umbrella con il Virus-T, tuttavia ogni prova venne cancellata con l'esplosione della villa Ed inoltre la compagnia diede ordine al capo della polizia di Raccoon, Brian Irons, ai loro servizi, di smantellare la S.T.A.R.S.

I rifiuti infettiModifica

I rifiuti contaminati del laboratorio sotterraneo del dottor William Birkin cominciarono a colmare il nuovo Impianto di Incenerimento P-12A, arrivando a farlo traboccare di scorie altamente dannose il 7 Giugno e contagiando l'intero staff. Entro il 17 Agosto, dei rapporti indicavano che apparentemente i mostri erano in città. La Umbrella, così, preparandosi al peggio, chiamò in servizio i mercenari della UBCS.

Nei giorni precedenti all'epidemia totale, al Raccoon General Hospital vennero registrati parecchi episodi di "malattia del cannibalismo".

Il recupero del Virus-GModifica

A Settembre, lo scienziato della Umbrella William Birkin aveva ormai completato gli studi sul Virus G ed intendeva venderlo agli USA, ma la compagnia farmaceutica, contrariata, mandò degli agenti dell'U.S.S. a recuperare il virus. Gli uomini trovarono Birkin pronto per la fuga, con una valigetta colma di virus, ma per errore uno degli agenti sparò allo scienziato, ferendolo mortalmente. Mentre Birkin giaceva a terra, gli uomini recuperarono il virus e fuggirono, ma lo scienziato si autoinfettò, trasformandosi in una creatura orrenda, ed inseguì ed uccise tutti gli agenti, distruggendo involontariamente delle provette di Virus-T, di cui il contenuto venne bevuto dai ratti delle fogne, che sparsero l'infezione.

L'epidemiaModifica

Il 24 Settembre, ormai il contagio aveva assunto proporzioni incontenibili ed accorgendosene, diversi cittadini al J's Bar tentarono di fuggire dalla città, ma Will, il proprietario del bar, e [[Bob morirono durante il tentativo. I pochi sopravvissuti del gruppo riuscirono a raggiungere l'Apple Inn dove dall'altro lato dell'edificio la polizia stava venendo sconfitta dalle orde di infetti. Intanto, altrove, un elicottero con 40 superstiti a bordo precipitò vicino alla linea del tram, uccidendo chiunque a bordo. Le barricate cominciarono a sorgere lungo le strade ed il governo USA, accortosi dell'emergenza, alle 9 PM dichiarò la quarantena e mandò l'esercito a circondare la città per evitare fughe del virus.

Il 27 Settembre, ogni traccia di vita non contagiata era scomparsa e la città era in balia di Zombie e B.O.W.. Macchine abbandonate ecadaveri riempivano le strade e molti edifici andavano a fuoco, in mancanza di qualcuno a controllare la situazione.

Orde di zombie invasero la città, attaccando l'R.P.D. e gli ultimi sopravvissuti nella notte del 27 Settembre, riuscendo ad entrare nella struttura, eliminando anche l'ultima delle poche zone rimaste sicure.

La Umbrella mandó la UBCS in aiuto della polizia locale, ma in realtà tra i mercenari dell'unità erano infiltrati degli agenti della compagnia, tra cui il comandante stesso, Nicholai Ginovaef, col compito di recuperare ogni dato possibile sulle B.O.W. in città. La UBCS riuscì a fronteggiare l'emergenza leggermente meglio del RPD, ma alla fine fallì per il numero elevatissimo di infetti e quasi tutti i mercenari dell'unità vennero uccisi entro il 28 Settembre.

La fugaModifica

La notte del 27 Settembre, Jill Valentine, recentemente abbandonata la S.T.A.R.S., tornò in città dopo delle indagini sulla Umbrella assieme a Chris Redfield e Barry Burton, trovandosi intrappolata nel caos. Sentendosi obbligata a salvare ogni possibile sppravvissuto, fu però costretta a scappare per la propria vita, inseguita dal Nemesis T-Type rilasciato dalla Umbrella assieme ad altri Tyrant per eliminare ogni testimone. Jill incontrò Brad Vickers, che però venne ucciso da Nemesis, ed il mercenario della UBCS Carlos Oliveira a cui si unì dopo aver messo da parte la diffidenza, e i due pensarono di raggiungere con la funivia la Torre dell'Orologio di San Michele, punto di atterraggio degli elicotteri di salvataggio. Dopo aver incontrato Nicholai Ginovaef e Mikhail Victor, superiore di Carlos gravemente ferito, ed aver riparato la funivia, Jill e Carlos partirono, lasciando indietro Nicholai, capendo che nascondeva qualcosa, durante il tragitto, Nemesis attaccò di nuovo e Mikhail si sacrificò per lasciare scappare i due. La cabina perse il controllo e si schiantò proprio contro la torre dell'orologio, ma Jill e Carlos vennero separati. Ritrovatisi dopo poco, i due attivarono le campane della torre dell'orologio, segnale di richiamo per gli elicotteri di salvataggio, ma Nemesis tornò all'attacco e distrusse il velivolo, infettando inoltre Jill (mutando durante lo scontro). Dopo lo scontro, Carlos portò la donna al sicuro nella cappella della torre e tentò di curarla.

Nuovi arrivatiModifica

Claire Redfield e Leon S. Kennedy riuscirono senza accorgersene a giungere in città, nonostante i posti di blocco, la notte del 29 Settembre, rispettivamente l'una per cercare il fratello Chris Redfield, sopravvissuto della S.T.A.R.S. e l'altro per presentarsi al primo giorno di lavoro come recluta dell'RPD. Dopo il primo incontro con gli infetti e l'incontro tra i due, col salvataggio di Claire da parte di Leon, i due salirono su una volante della polizia per tentare di fuggire, ma a causa di uno zombie a bordo e di un'autobotte fuori controllo, la vettura venne distrutta e loro separati. Reincontrandosi al distretto di polizia, Claire decise di aiutare Sherry Birkin, sopravvissuta dodicenne terrorizzata, facendo conoscenza col folle capo della polizia Brian Irons, mentre Leon andò in cerca di sopravvissuti nella struttura, affrontando il T-00, Tyrant mandato dalla Umbrella in cerca del Virus-G ed incontrando la sopravvissuta asiatica Ada Wong, in cerca del fidanzato, ricercatore della Umbrella, e Ben Bertolucci, giornalista eccentrico. Dopo aver saputo dal morente Ben, ucciso dal mutato William Birkin, che l'unica via di fuga erano le fogne, Leon e Claire, ancora separati, assieme a Sherry ed Ada, attraversarono l'entroterra di Raccoon City, dove Sherry venne portata via dalla ragazza da un canale aperto ed infettata dal padre, fino a giungere inaspettatamente ai laboratori segreti sotterranei della Umbrella Corporation. Annette Birkin, madre di Sherry, sparò a Leon, che venne salvato da Ada, ma mentre scendevano con una piattaforma verso i laboratori segreti, la donna venne gravemente ferita dal mutato Birkin e Leon, dopo averla bendata, fu costretto a lasciarla indietro, ma dopo aver parlato con Annette, poco dopo, la donna gli disse che era una spia della Umbrella. Intanto Claire incontrò a sua volta Annette, dicendole che la figlia si era persa nelle fogne, e dopo averla ritrovata infettata, incontrando Leon e spiegandogli la situazione, i due si misero in cerca di una cura per il virus. Claire ritrovò Annette, che, ferita mortalmente dal marito mostro, le spiegò come sintetizzare il virus, mentre Leon, attaccato dal T-00, venne salvato ancora da Ada, che lo fece crollare contro una ringhiera. Il tyrant però attaccò la donna con una bracciata, prima di cadere nella fornace sottostante, schiantandola contro un computer e facendola morire, ferita gravemente, nelle mani di Leon poco dopo. Claire riuscì a sintetizzare il vaccino e, d'accordo con Leon, che intanto aveva portato Sherry al treno, vi si diresse, sconfiggendo Birkin, mutato ancora. Mentre preparava il treno, Leon venne attaccato dal tyrant ancora una volta, ma riuscì a sconfiggerlo grazie ad un lanciarazzi fornitogli da una donna misteriosa, presumibilmente una rediviva Ada, e subito dopo, arrivata Claire, i due misero in moto la locomotiva e partirono. sherry venne curata, ma Birkin, ancora vivo, si attaccò al treno, trasformato in una massa informe, e tentò di ucciderli. Leon riuscì a sconfiggere il mostro e subito dopo il treno arrivò al capolinea. I tre scesero e l'autodistruzione dei laboratori scattò,distruggendo ogni prova e ciò che rimaneva di Birkin.

Quella notte, in un momento non precisato, Hunk, membro della USS mandato al recupero del Virus-G otto giorni prima, riuscito a sopravvivere in qualche modo nelle fogne per tutto il periodo, riuscì a fuggire dalla città, venendo prelevato con un elicottero sul tetto dell'RPD, completando la missione.

La distruzione di Raccoon CityModifica

Il 1 Ottobre, Carlos riuscì a trovare al Raccoon General Hospital la cura per Jill e salvò la ragazza dall'infezione di Virus-T. I due si diressero al parco di Raccoon City e da lì raggiunsero l'impianto di incenerimento P-12A. Qui Jill si confrontò ancora una volta Nemesis, apparentemente uccidendolo, facendolo finire in una vasca di acido, e successivamente affrontò anche Nicholai, in fuga con l'ultimo elicottero rimasto. Jill scoprì che un missile stava per radere al suolo Raccoon City e tentò disperatamente di trovare una via di fuga. Raggiunto un magazzino circondato dai cadaveri di diversi Tyrant e parecchi US marines, la ragazza sconfisse definitivamente Nemesis con la Spada di Paracelso, un'arma a raggi sperimentale, e dopp lo scontro, demotivata e pronta alla morte, venne a sapere che Carlos siera messo in contatto con qualcuno pronto a salvarli. Un elicottero atterrò, pilotato da Barry Burton, e li portò lontano.

Fintasi morta dopo lo scontro col T-00, Ada attraversò le fogne e rggiunse l'Apple Inn, dove scoprì che il suo contatto si era suicidato. Dopo aver chiamato Albert Wesker, il suo mandante, l'uomo, inizialmente deluso dal fatto che avesse lasciato fuggire Leon, le fornì una pistola rampino e l'indirizzo di un punto di estrazione, dicendole che la città stava per essere rasa al suolo, quando le fece vedere il Virus-G. Ada raggiunse il punto indicato da Wesker e fu costretta ad affrontare ed uccidere il Tyrant R, e subito dopo un elicottero con a bordo l'alto membro della Umbrella Sergei Vladimir e un pilota passò sopra di lei. La donna si arrampicò con la pistola rampino e riuscì a fuggire dalla città.

Pochi istanti dopo Raccoon City venne distrutta completamente.

Dopo il disastroModifica

La verità delle vicende di Raccoon City vennero occultate dal governo USA, ma la colpevolezza della Umbrella Corporation fu resa pubblica e risultò nella bancarotta e il conseguente fallimento della multimazionale. La notizia fece il giro del mondo, rendendo Raccoon City il più famoso caso di cronaca nera della storia.

Nel 2005, Curtis Miller, che perse la famiglia durante il disastro, tentò di far emergere la verità, ma fallì morendo, autoinfettandosi col Virus-G contrabbandato dalla WilPharma.

Nel 2013, Adam Benford presidente USA, decise di rivelare la verità dietro gli eventi di Raccoon City durante una conferenza nel campus universitario di Tall Oaks, ma venne ucciso durante un attacco bioterroristico ordito da Derek C. Simmons, consigliere alla sicurezza nazionale a capo di un'organizzazione massonica, che riteneva che il rivelare la verità non avrebbe fatto altro che far perdere credibilità agli Stati Uniti.

La zona su cui sorgeva la città di Raccoon City e parte della Raccoon Forest circostante sono state recintate e prese in custodia dall'esercito per la pericolosità elevata del luogo, venendo denominata "Area ad elevato rischio biologico".

Le principali B.O.W. in cittàModifica

  • Zombi; umani infetti presenti pressoché ovunque.
  • Cane Zombi; cani infetti presenti in gran numero nella stazione dell'RPD.
  • Licker; zombi evoluti presenti nella stazione dell'RPD e nei laboratori sotterranei in forma evoluta
  • Hunter; ibridi rettili, diverse serie presenti nei sotterranei del Raccoon General Hospital e nel parco cittadino.
  • Drain Deimos; creature insettiformi presenti prevalentemente nel centro cittadino e nei pressi della centrale elettrica.
  • Pianta 42; piante umanoidi presenti nei laboratori sotteranei.
  • T-00; T-103 programmato per recuperare il Virus-G dal ciondolo di Sherry Birkin.
  • William Birkin; scienziato infettato col Virus-G. Vaga in cerca della figlia per infettarla.
  • Tyrant T-103 (Prodotto in Massa); presenti in diverse zone della città, diversi cadaveri nella zona della Spada di Paracelso.
  • Nemesis T-Type; vagante per la città in caccia degli S.T.A.R.S. sopravvissuti.
  • Alligatore; alligatore gigante presente nella zona di scarico delle fogne.
  • Grave Digger; verme gigante incontrabile in diversi luoghi.
  • Tyrant R; prototipo di tyrant controllato elettronicamente.
  • Nyx; creatura mutante in grado di assoebire altri organismi per crescere.
  • Thanatos; tyrant particolare fuori controllo.

Inoltre su Fandom

Wiki a caso