Fandom

Resident Evil Wiki

Excella Gionne

618pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comment1 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Excella Gionne è un personaggio della serie Resident evil, che appare per la prima volta in Resident Evil 5 come partner di Albert Wesker.

Membro della famiglia Gionne, era la direttrice della filiale africana della Tricell. Divenuta partner di Wesker, condivideva la sua stessa visione del futuro, era intenzionata a diventare la dea del suo nuovo mondo, finchè non venne a conoscenza delle sue vere intenzioni.

{{{nome}}}
Excella Gionne
Informazioni biografiche
Caratteristiche fisiche
Apparizioni
[Fonte] · [Modifica]


BiografiaModifica

Discendente della famiglia Travis, che aveva originariamente fondato la Tricell, Excella proveniva da una famiglia nota e rispettata in tutta Europa per la sua fiorente attività nel settore import-export. Di straordinaria bellezza e cresciuta in una famiglia aristocratica, Excella era assai altezzosa nei confronti di chi la circonda, specialmente nei riguardi degli uomini. Dotata di uno spiccato intelletto e del senso degli affari ereditato dal padre, Excella riuscì a diplomarsi velocemente in giovane età, per poi iscriversi all'università dove ottenne la laurea in ingegneria genetica. La famiglia Travis riconobbe il suo talento naturale e le offrì un posto alla Tricell, e a soli diciotto anni venne assunta. Nonostante possedesse delle doti strabilianti e fosse strettamente imparentata con i fondatoridella Tricell era sempre una Gionne, rappresentante di un ramo cadetto della famosa famiglia Travis, le fu affidata la supervisione di solamente uno dei tanti gruppi di ricerca della compagnia, cosa che considerò alla stregua di un insulto.

L'incontro con Wesker Modifica

Ancora indignata per l'affronto ricevuto, fu avvicinata da Albert Wesker, l'uomo che aveva lavorato in passato con una compagnia rivale della Tricell, la Umbrella Corporation. L'uomo fu particolarmente attratto dall'intelligenza e dalla personalità di Excella, che lo spinsero ad usarla per i suoi futuri piani, intenzionato ad accedere alla compagnia e ad impossessarsi delle sue risorse. Con un colpo di fortuna per la Tricell, la Umbrella, che aveva precedentemente dominato il mercato delle armi biologiche, era fallita, consentendo alla concorrente di incrementare notevolmente la sua influenza nel settore. Fu in questo periodo che l'uomo le fornì tutte le informazioni in suo possesso sul virus T e le altre ricerche. Excella era quindi in possesso degli strumenti necessari a far progredire la propria carriera in base ai suoi desideri. Utilizzò così le informazioni e le tecnologie ricevute da Wesker creando una divisione segreta per lo sviluppo di armi biologiche, promuovendo in maniera esponenziale la crescita della divisione armi biologiche della Tricell. Questo fece ottenere ad Excella più voce in capitolo in ambito aziendale, e in breve tempo, la ragazza si ritrovò a prendere decisioni chiave, tali da determinare le fortune della divisione farmaceutica.

Il progetto UroborosModifica

In seguito, Excella mise gli occhi sulla carica di CEO della Tricell Africa. La sua abilità nell'alternare lusinghe e intimidazioni le consentì di concretizzare in breve tempo il suo prestigioso obiettivo. Sfruttando l'interesse romantico sviluppato dalla ragazza nei suoi confronti, Wesker riuscì a sfruttare sia lei che l'azienda per far progredire il Piano Uroboros sul quale stava lavorando da tempo e, appena preso il controllo della divisione africana della compagnia, Excella fece ristrutturare l'ormai abbandonato Centro Ricerche Africano della Umbrella Corporation, l'impianto dove in passato fu studiato il Virus Progenitor e che era essenziale per il piano dell’uomo. Dopo la ristrutturazione del centro Ricardo Irving, un trafficante d’armi, venne incaricato di vendere le armi biologiche della compagnia al fine di raccogliere fondi per le ricerche sul virus Uroboros. Collaborando con Excella, Wesker riuscì a dimostrare l’utilità della Las Plagas creando la Plagas Tipo 2 e la Plagas Tipo 3, che permette loro di creare il proprio esercito di Majini. Inoltre affidò alla donna il suo speciale vaccino, il PG67A/W, che necessitava di essere iniettato a Wesker giornalmente per permettergli di mantenere sotto controllo i suoi superpoteri acquisiti grazie al virus nel suo corpo.

L'incidente nel KijujuModifica

Nel 2009, durante un test sul campo della Plagas di Tipo 2 a Kijuju, Excella sfrutta i suoi legami con il Global Pharmaceutical Consortium per architettare un piano che avrebbe costretto la B.S.A.A ad affrontare le B.O.W. della Tricell, in modo da ottenere i dati di combattimento delle armi biologiche di cui aveva bisogno. Nel frattempo arriva sul posto anche Chris Redfield per arrestare Irving insieme alla sua attuale partner Sheva Alomar, venendo così assaliti dagli abitanti del villaggio, che sono stati infettati dalle plagas. La maggior parte degli agenti B.S.A.A viene sterminata, ma Chris e Sheva riescono a sopravvivere e a farsi strada verso il Centro Ricerche Africano della Umbrella dopo aver sconfitto Irving, ignorando l'oridine di ritirata che gli era stato dato in quanto Chris è
Excella Gionne.jpg

Excella ha il compito di iniettare giornalmente il siero di controllo a Wesker

intenzionato a cercare la sua vecchia partner Jill Valentine. Nel frattempo Excella di trova nella stanza di controllo della base missilistica con Wesker e gli stà somministrando il siero, informandolo che i preparativi della nave erano ultimati e che da lì a poco sarebbero potuti partire. Si presenta da loro una donna avvolta da un mantello con una maschera sul volto, che gli avverte dell'arrivo dei due agenti, dopodichè Excella prende la valigetta con il siero e si allontana con la misteriosa donna.

Una volta arrivati dove vengono tenute le persone usate come cavie per i suoi esperimenti Chris e Sheva vengono attaccati da una B.O.W, l'U8, inviato da Excella stessa, riuscendo poi ad eliminarla. Subito dopo arrivano alla capsula dove è tenuta Jill, ma la trovano vuota, e sullo schermo del centro appare Excella, che Sheva riconosce come CEO della Tricell. Chis le chiede dove sia Jill, ma la donna dice di non sapere nulla di lei, per poi intimargli di andarsene se non vogliono morire prima di scomparire dallo schermo. Reincontrano la donna in una stanza in cui si trovano ad affrontare l'Uroboros Mkono eliminando anche questa minaccia.

Dopo essere riusciti a farsi strada per la base missilistica i due agenti raggiungono delle rovine all'interno della quali trovano Excella, ma prima che riescano ad avvicinarla sopraggiungono la donna mascherata e Wesker. Chris gli chiede dove sia Jill, e quando Wesker toglie il cappuccio alla donna scopre che altri non è la sua partner creduta morta e che obbedisce ai suoi ordini, e mentre Excella si dirige alla nave su cui si trova l'Uroboros, Chris e Sheva affrontano rispettivamente Wesker e Jill. Dopo che Wesker si stanca di combattere decide di lasciare i due a Jill, ma quando vede che la donna sembra riprendere coscienza di sè grazie a Chris decide usare un dispositivo su di lei che le provoca dolore. Scoprendo il petto Chris nota un dispositivo attaccato al corpo di Jill, e viene a sapere da Wesker che tramite quel dispositivo inietta alla donna il P30, composto che gli permette di controllarla. Wesker se ne và, e Chris e Sheva riescono, anche se faticosamente, a toglierle il dispositivo, e non appena la donna si riprende intima ai due di andare a fermare Wesker o per il mondo sarà la fine.

Sebbene riluttante Chris continua con Sheva l'inseguimento, riuscendo ad infiltrarsi sulla nave. Mentre si fanno strada tra numerosi nemici incontrano per l'ennesima volta Excella, a cui Chris chiede dove si trovi Wesker, ma la donna non gli risponde e tenta la fuga con dele valigiette, durante la quale Chris riesce a sparare ad una delle due valigiette facendola cadere. Rimasti soli Sheva raccoglie e decide di conservare una delle siringhe, pensando che potessero essere importanti visto che la donna cercava di portarle via, per poi essere contattati da Jill dalla quale verranno a conoscenza che contiene un siero necessario Wesker per poter tenere controllato il virus, ma che se somministrato in eccessiva dose lo indebolirebbe.

La morteModifica

Con l'avvio al termine del Piano Uroboros, Excella inizia a considerarsi la regina del nuovo ordine mondiale che A causa del virus Uroboros iniettato da Wesker, Excella soccombe divenendo l'Uroboros Aheri sarebbe seguito all'esecuzione del progetto.

File:Aheri birth.jpg

Sfortunatamente per lei, quei sogni vengono infranti quando l'uomo che avrebbe dovuto essere il suo re decide di sacrificarla iniettandole il virus Uroboros e mandandola contro Chris e Sheva. Quando i due agenti raggiungono Excella la trovano agonizzante con accanto decine e decine di cadaveri di Majini, che disperata chiede a Wesker perché l’abbia tradita. Dopo che l’uomo le rivela di averla sempre e solo usata e che Uroboros l'ha rigettata, e che le rimane un'ultimo copito da svolgere. Dalla bocca della donna escono un enormità di tentacoli, che inglobano i vari cadaveri dei Majini, andando a formare una mostruosa creatura chiamata Uroboros Aheri, che dopo un'estenuante lotta viene definitivamente distrutta da Chris e Sheva, grazie all'utilizzo di un laser satellitare.

CuriositàModifica

  • Excella può essere paragonata ad Alexia Ashford,Alex Wesker e Rachel Ooze principalemente perché sono le uniche antagoniste femminili di tutta la serie.
  • Il segno distintivo di Excella è una siringa, in quanto la si vede maneggiare più volte nel corso del gioco
  • Nei disegni iniziali di Resident Evil 5 Excella viene ritratta vestita con un completo nero, una camicetta rosa e con i capelli sciolti, ovviamente diversa dalla sua immagine finale.
  • Originariamente sarebbe dovuta essere una semplice segretaria che lavorava per la Tricell, inoltre la sua morte sarebbe dovuta avvenire per mano di una creatura simile al Tyrant.
  • La sua nazionalità è sconosciuta, ma presumibilmente è Italiana, dato il suo cognome e l’accento
  • La collana trovata nella stanza di controllo dell’area missilistica probabilmente apparteneva ad Excella, dal momento che la si è vista somministrare il siero a Wesker nella stanza e visto che ama i vestiti e i gioielli costosi
  • In “Mercenari a raccolta” è la sola che non mostra le proprie armi sul corpo quando non sono equipaggiate

Inoltre su Fandom

Wiki a caso